sabato 29 giugno 2013

INSALATA DI FARRO ALLE MELANZANE



Ricetta eseguita da Oriana, liberamente ispirata dal libro “Cucinare da Chef”-Giunti Demetra


Ingredienti

g. 400 farro
g. 300 melanzane
g. 100 di formaggio asiago
g. 250 pomodori ciliegini
g.   50 olive nere denocciolate
origano q.b.
olio evo q.b.
sale q.b.
basilico q.b.

Procedimento

Lavate il farro e fatelo cuocere in abbondante acqua salata.
Lavate e asciugate le melanzane, poi tagliatele a fette e infine grigliatele. Tagliate le melanzane a listarelle e poi a pezzetti.
Dividete i pomodorini in quattro parti togliendo i semini e il liquido di vegetazione.
Riducete a dadini il formaggio. Tagliate a metà le olive.
In una terrina capente mettete le melanzane, i pomodorini e il formaggio; aggiungete olio, un pizzico di origano e sale; mescolate delicatamente.
Aggiungete il farro e le olive tagliate, mescolate bene e servite.



mercoledì 26 giugno 2013

PANE CON FARINA DI NOCCIOLE E ROSMARINO



Ricetta liberamente tratta dal libro “L’enciclopedia della cucina italiana” inserto di Repubblica di qualche anno fa


INGREDIENTI
 
g. 500 farina Petra 1
g. 150 farina di nocciole
g. 350 acqua naturale a temperatura ambiente
g. 200 lievito naturale attivo
n.    3 cucchiai olio Evo
n.    1 cucchiaino farina maltata
n.    2 cucchiai di semi misti (sesamo, lino, girasole, zucca)
n. 1/2 cucchiaino di foglie di rosmarino, tritati
n.    1 cucchiaino miele d’acacia
n.    1 cucchiaino colmo di sale fino


PROCEDIMENTO

In una ciotola mettete le tre farina e le foglie di rosmarino tritate.
Nel cestello della Mdp mettete l’acqua, il lievito naturale attivo,  n. 1 cucchiaio di olio e il miele.
Cospargete con le farine e, in un angolo del cestello, mettete il sale.
Azionate la Mdp sul programma “solo impasto”. Alla fine prendete l’impasto, gli date la forma di una palla e lo mettete a lievitare in una grossa terrina unta d’olio e coperto con pellicola trasparente. Fate lievitare per circa 10 ore.
A lievitazione terminata prendete l’impasto e lo suddividete in 5 parti uguali dando ad ognuna una forma allungata.
Collocate i filoncini in uno stampo a bordi alti, spennellateli con il restante olio e cospargete con i semini. Fate lievitare fino al raddoppio.
Accendete il forno e portatelo a 220°, sul fondo del forno mettete una ciotolina d’acciaio.
Infornate, avendo l’accortezza di buttare 4 o 5 cubetti di ghiaccio nella ciotolina bollente. Fate cuocere per circa 30 minuti. Fate raffreddare su una gratella. 

lunedì 24 giugno 2013

MADELEINES ALLE MELE, CANNELLA E MANDORLE



Ricetta trovata nel libro “Madeleine” di Lucia Pantaleoni – Guido Tommasi Editore


INGREDIENTI per 23 madeleine e 10 bottoncini

g. 150 farina auto lievitante
g. 150 zucchero grezzo di canna Demerara
g. 150 burro fuso
g.   25 farina di mandorle
n.     3 uova a temperatura ambiente
n.  1 ½ mele golden
n.     1 cucchiaino cannella in polvere
n. 1/2 limone, la buccia grattugiata
n. 1/2 cucchiaino estratto di vaniglia
n.    1 pizzico di sale


PROCEDIMENTO

Sbucciate e tagliate a dadini le mele.
Con una frusta elettrica, montate le uova con lo zucchero fino a che il composto diventi bianco e spumoso. Incorporate le farine, la cannella la buccia del limone grattugiata e il burro. Fate lavorare le fruste fino a che l’impasti risulti liscio ed omogeneo. Aggiungete i dadini di mela e amalgamate con un cucchiaio di legno.  
Coprite la ciotola con pellicola trasparente e mettete a riposare in frigorifero per almeno un’ora.
Accendete il forno e portatelo a 270°.
Riempite gli stampini di silicone, infornate per 5 minuti poi abbassate il forno a 210° e cuocete per altri 10 minuti le madeleines, mentre per i bottoncini basteranno 7 minuti.
Sfornatele madeleines, fate raffreddare per una decina di minuti prima di sformarle.
Sono buonissime.

venerdì 21 giugno 2013

TRECCINE ALLE ERBE AROMATICHE MISTE



Ricetta liberamente ispirata dal libro Macchina del Pane-Jennie Shapter
Ingredienti

g. 300 acqua
g. 450 farina 2
n. 1 ½ cucchiaino di zucchero semolato
n. 1 ½ cucchiaino di sale fino
g.    10 lievito di birra fresco
n.     1 cucchiaio di erba cipollina fresca
n.     2 cucchiaini di timo fresco
n.     1 cucchiaino di aneto
n.     1 cucchiaino di rosmarino
(Se volete potete cambiare la miscela delle erbe secondo la disponibilità ed i gusti.)

Procedimento

Tritate tutte le erbe.
Versate l’acqua nel cestello della macchina del pane. Mettete la farina, aggiungete il sale e lo zucchero, mettendoli in angoli separati del cestello. Praticate un leggero incavo al centro della farina e aggiungete il lievito spezzettato.
Regolate la macchina sul programma “solo impasto”, aggiungete le erbe negli ultimi 5 minuti del ciclo d’impasto. Alla fine lasciate lievitare fino quasi ad arrivare al coperchio.
Togliete l’impasto e formate le treccine  che lascerete lievitare ancora un’ora.
 Preriscaldate il forno a 200°, cuocete in forno per 20-25 minuti o finché il pane non diventa dorato.
Togliete le treccine e fatele raffreddare su una griglia.

martedì 18 giugno 2013

LA CHISÖLA



E’ una specialità mantovana che non avevo mai visto né assaggiato, quindi ho deciso di provare a farla. E' buonissima!!!
Ricetta trovata ne “Le ricette regionali italiane” di Anna Gosetti della Salda – Casa Editrice Solares


INGREDIENTI
 
g. 500 farina Petra 5
g. 225 strutto di maiale
g. 200 zucchero semolato
g. 120 farina fioretto di mais
g.  24 lievito istantaneo (Bertolini o Paneangeli)
n.    1 limone (la buccia grattugiata)
n.    1 pizzico sale fino
         latte


PROCEDIMENTO

Preriscaldate il forno a 180°.
Nel boccale dell’impastatrice mettete le due farine, il lievito, lo zucchero, la buccia grattugiata del limone e il pizzico di sale. Azionate il gancio e fate amalgamare bene gli ingredienti secchi.
Unite g. 200 di strutto e fate azionare fino a che sia ben incorporato alle farine, ora a poco a poco, aggiungete tanto latte quanto basta affinché l’impasto risulti morbido.
Con lo strutto rimanente ungete una tortiera da 28 cm. e poi sistemate l’impasto. Infornate e fate cuocere per 45 minuti.
Va servita fredda.
Nota: probabilmente questa torta avrebbe dovuto risultare più bassa, la prossima volta userò una tortiera da 30 cm.